Toccata e fuga a Firenze

Spesso parlo disposti esotici o di grandi città europee ma la verità è che per fare un weekend, sia romantico che di divertimento, la nostra Italia ha tanto da offrire.

In occasione del Florence Korea film festival siamo stati tra sabato e domenica a Firenze, un vero e proprio “mordi e fuggi” con la promessa, naturalmente, di tornare con più tempo e calma.
Probabilmente molti di voi ci sono già stati e per chi di voi invece non è ancora andato, prendetelo come compito per le vacanze!
Proprio per questo accennerò ai luoghi più turistici ma cercherò di fare un blog interessante sia per chi torna sia per chi va per la prima volta e magari ha poco tempo.

Prima di iniziare, un breve accenno sul festival cinematografico:

Francesco è un cinefilo accanito e quindi ogni volta che ne ha occasione partecipa a questi eventi, io prendo l’occasione per partire e trascorrere un weekend, ovviamente da raccontare poi a voi. Il Florence Korea film festival si svolge una volta l’anno e, come avete potuto intuire dal nome, si occupa di cinema coreano. Gli appassionati conosceranno già tutto, ma ora mi rivolgo a chi come me a certi eventi fa quello che gli conviene: sorride, annuisce e se non capisce saluta. Ok, scherzi a parte io di cinema non ci capisco niente davvero e temevo di sentirmi fuori luogo in mezzo a tutti quegli intenditori; un po’ come quando vai a cena, ti chiedono di assaggiare il vino, tu lo annusi, lo fai girare nel bicchiere, poi lo bevi e non ci hai capito comunque nulla. Ecco, così.
Tuttavia il festival è stato molto piacevole, abbiamo partecipato al workshop con il Maestro Park Chan-Wook la mattina (gratis per gli studenti!) e sono riuscita quasi a seguire tutto senza intoppi, nonostante io non sia “del settore”, la giornata poi è proseguita fino a cena con il suo nuovo capolavoro, che abbiamo visto in anteprima europea quella sera, “The handmaiden” e un’intervista finale.

Ma ora passiamo a cose che mi competono:

Dove alloggiare

Visto il poco tempo a disposizione per visitare la città abbiamo preferito stare in un piccolo bed and breakfast che più in centro non si può.
Infatti, aprendo le finestre della nostra camera guardavamo il battistero e il duomo, non a caso il b&b si chiama “A Florence view” che per 50 euro a testa ci ha offerto una confortevole camera nel centro di Firenze con una vista mozzafiato e una ricca prima colazione! Il b&b è piccolino e a gestione familiare, è stato ricavato da un palazzo del 1600 e perciò ha poche camere, prenotate in anticipo e non lasciatevi scappare questa chicca.
Ovviamente il centro di Firenze offre diversi hotel, dai più eleganti e costosi come il Four Season (ma che vale assolutamente la spesa), ad altri piccoli hotel, a diversi Airbnb economici e in centro. Insomma, la scelta è ampia e ci sono opzioni per tutte le tasche ed esigenze.

Dove mangiare

Questa è sempre una delle mie parti preferite da scrivere perché la verità è che ci piace mangiare e quale miglior posto della Toscana?
Grazie al consiglio di un’amica abbiamo scovato un piccolo posto proprio dietro piazza della Signoria dove non vedo già l’ora di tornare:

– Club culinario da Osvaldo: non fatevi ingannare dall’entrata molto spartana o dalla piccola sala, questo ristorante soddisferà anche il palato dei più golosi e raffinati. La cucina è particolare ma fondamentalmente tradizionale, con piatti che noi non avevamo mai neanche sentito. Dopo una degustazione di formaggi con miele e marmellate, siamo passati ai pici con salsiccia e tartufo e quelli con il ragù di capretto, il tutto annaffiato da un litro di vino rosso toscano; dopo tutto ciò eravamo più che pieni, anche se la lista dei dolci era piuttosto invitante. Siamo usciti pieni, felici e forse un po’ ubriachi. Non è forse il più economico della città ma vale ogni singolo centesimo speso, sia per la qualità del cibo che per la cordialità del personale.

Agricola Toscana: ancora pieni dal pranzo, la sera abbiamo cercato un posto dove fare uno spuntino prima del film. Ci siamo imbattuti in questo piccolo posto quasi per caso e non ci siamo pentiti di essere entrati, con una buona schiaccia con mortadella e formaggio ci siamo gustati,anche qui, un calice di vino rosso toscano. Economico, veloce e buono, non potevamo chiedere di meglio.

– Gucci cafeteria: dopo una mattinata passata a girare ci siamo trovati di nuovo in piazza della Signoria con una gran necessità di caffeina, colpa della mia ossessione per libri e moda, siamo finiti alla cafeteria Gucci. È forse un po’ turistica e il cibo sovrapprezzato ma l’ambiente rende il tutto ragionevole e attraente!

Inutile dire che per gli amanti dell’arte Firenze è una vera e propria Mecca. Tra la galleria degli Uffizi, i palazzi storici, Santa Maria del Fiore e Santa Maria Novella c’è proprio da perdersi.
Il mio punto preferito rimane Ponte Vecchio, lo so, forse sarò anche un cliché ma ha un’anima unica quel luogo, insieme allo Spedale degli Innocenti e alla Cappella Pazzi.
Che dire, a Firenze ci si potrebbe stare un mese intero senza stancarsi mai delle bellezze che può offrire… ma purtroppo questo blog si conclude così, poiché essendoci stati pochissimo tempo non abbiamo avuto modo di vedere di più… sarà un buon motivo per tornare e fermarsi più a lungo!

La chicca del viaggio

Prendete il bus, accomodatevi e scendete in Piazzale Michelangelo all’ora del tramonto: lì vi aspetterà una meravigliosa vista su tutta la città. Godetevi il vostro momento, anche tra i tantissimi visitatori, fate una passeggiata fino alla chiesa di San Miniato al Monte e tornate in città giusto per l’aperitivo!

 

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...